Rassegna Stampa
Previous Succ.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12

Nuovi Progetti 2015/2018

L’ Aut Aut Associazione di volontariato composta da famiglie con portatori di autismo, ha come finalità principali, oltre che quella di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’autismo, collaborare con le istituzioni locali e creare una rete di sostegno socio assistenziale che faccia da supporto alle famiglie in difficoltà, organizza e contribuisce a progetti ed attività che aiutano più nel concreto le famiglie a risolvere le varie problematiche che la famiglia da sola non riesce a gestire.

Nel corso del 2015 è emersa una forte esigenza delle famiglie, preoccupate per il futuro dei loro figli, di concentrarsi maggiormente sui progetti per i giovani adulti volti , non solo a migliorare la qualità della vita dei ragazzi , ma anche far emergere e sviluppare le loro capacità comunicative, manuali e sociali, per un futuro lavorativo e per acquisire un’autonomia tale da vivere una vita più dignitosa possibile.

Pertanto in tale ottica negli ultimi mesi del 2015 erano stati approvati dalle famiglie una serie di progetti in parte attivati e finanziati nel corso dello stesso anno ed altri, a causa della laboriosa organizzazione, posticipati all’anno successivo.

In tale logica l’Associazione Aut Aut dal 2016 ha concentrato i propri obiettivi e il lavoro, utilizzando le risorse del 5x1000 e donazioni, per l’attuazione dei progetti sotto elencati:

  1. PROGETTO MAGGIORENNI attivato parzialmente a fine 2015 prevede progetti individuali per ogni ragazzo con l’affiancamento di un educatore specializzato con l’obbiettivo di sviluppare ed intensificare l’abilità manuale e sociale dei giovani adulti per l’acquisizione delle autonomie personali. Durante il progetto verranno proposte ai ragazzi delle attività volte ad aumentare la loro autostima e l’autonomia , all’integrazione e a potenziare quelle abilità personali anche per un futuro lavorativo. Tali attività saranno svolte nel territorio di appartenenza dei giovani, presso strutture protette frequentate da altri ragazzi con disabilità o solo con l’educatore presso luoghi comuni purché permettano l’inserimento del giovane in un contesto di vita pubblica adeguata all’età adulta.
  2. PROGETTO DI SOCIALIZZAZIONE rivolto ai ragazzi adolescenti e adulti che prevede come obiettivo l’integrazione degli stessi nella società proponendo delle attività serali e gite pomeridiane presso locali quali pizzerie, bowling, parchi , cinema ecc. sempre accompagnati da educatori specializzati. Dopo la costruzione di gruppi omogenei i ragazzi potranno condividere con gli educatori, che diventeranno non solo delle figure educative ma degli amici , esperienze socializzanti, ricreative e ludiche attraverso le quali potranno ampliare e migliorare le capacità relazionali e sociali.
  3. PROGETTO TEMPO LIBERO, nato dall’esigenza dei ragazzi della prosecuzione delle attività estive, rivolto agli adolescenti e giovani adulti che ha come finalità il potenziamento delle competenze relazionali e sociali attraverso delle attività volte alla conoscenza del territorio e all’esplorazione dello stesso e alla gestione in autonomia degli spazi e dei mezzi opportuni e all’uso del denaro ed anche attività educative finalizzate a sviluppare il rispetto e l’accettazione delle diversità individuali e il consolidamento del gruppo. Il progetto prevede delle uscite serali e pomeridiane presso luoghi di ristoro, cinema, parchi naturalistici, bowling ecc. con il supporto di educatori specializzati.
  4. PROGETTO DANZA attraverso il quale i ragazzi adolescenti e adulti potranno frequentare le normali situazioni di ballo come i loro coetanei. La prima fase del progetto consiste nella frequentazione di una scuola di ballo in cui i ragazzi ricevono lezioni di ballo da istruttori professionali di danza supportati dalla presenza di educatori. La seconda fase prevede delle uscite presso circoli di ballo ed eventi aperti al pubblico del territorio, naturalmente sempre accompagnati dagli educatori.
  5. PROGETTO AGONISTICO PER L’ATLETA KEVIN CASALI: sostegno economico per l’allenamento dell’atleta di nuoto affetto da autismo Kevin Casali, già campione italiano del nuoto Paralimpico, che grazie alle attività sportiva svolta in questi anni ha raggiunto non solo risultati agonistici di prestigio , ma anche e soprattutto una importantissima crescita cognitiva e comportamentale migliorando le sue capacità di linguaggio, di apprendimento , di socializzazione e di autonomia.
  6. PROGETTO ACQUATICITA’ già in corso da anni e molto apprezzato dalle famiglie che consiste in lezioni di nuoto e attività ludiche in acqua per i bambini e ragazzi presso la Piscina Komodo di Rubiera.
  7. PROGETTO BASKET OVERLIMIT: sostegno da parte di Aut Aut al corso di Basket per ragazzi diversamente abili, organizzato dalla società sportiva GS Arbor di Reggio, sport attraverso il quale i ragazzi sviluppano delle capacità motorie , mentali e di gruppo, non che abilità sociali. L’Aut Aut ha finanziato negli anni passati anche la formazione degli istruttori volontari con il metodo di Marco Calamai, ex giocatore di basket, che il basket come coadiuvante della crescita psicofisica e relazionale, metodo riconosciuto di alta valenza anche dal Presidente Napolitano.
  8. PROGETTO GREST ADULTI a cui l’Aut Aut dona da vari anni il proprio contributo per aiutare la Parrocchia di S.Anselmo di Reggio che da anni accoglie i ragazzi adulti e si prodiga per raccogliere fondi che serviranno per affiancare degli educatori specializzati ai ragazzi e permettere loro di svolgere il centro estivo integrandoli con bambini e ragazzi di ogni età e far vivere loro una bellissima un’esperienza di vita.
  9. PROGETTO FALEGNAMERIA: dopo le riuscite esperienze presso il Centro socio-educativo “Isola Felice” di Casalgrande le famiglie hanno espresso il desiderio di concentrare l’impegno dell’Associazione su dei progetti puntati all’inserimento lavorativo. Da un’indagine condotta dall’Asl di Reggio Emilia sugli adolescenti prossimi alla fine del periodo scolastico, è emerso che l’offerta dei servizi e delle strutture idonee per favorire l’inserimento lavorativo sul territorio è molto scarsa rispetto ai bisogni reali. Si è evidenziata pertanto la necessità di offrire agli adolescenti e giovani adulti uno spazio per le attività extra scolastiche e per attività laboratoriali puntate all’acquisizione di nuove competenze professionali per una prospettiva occupazionale presso aziende esterne. In tale logica l’Associazione ha deciso di attivare il progetto di Falegnameria e di adibire a laboratorio una costruzione leggera in legno presso l’Isola Felice di Casalgrande, con tutte le attrezzature necessarie per poter lavorare il legno. Il progetto attivato nel 2017, prevede la formazione didattica e la conoscenza dei vari tipi di legno, l’insegnamento all’uso delle attrezzature per lavorarlo e la costruzione di piccoli oggetti in modo da intrattenere i ragazzi e preparali a portare a termine un lavoro o un compito assegnato e far accrescere la loro autostima del “saper fare”. Il Progetto verrà svolto a gruppi composto da ragazzi con capacità il più possibile omogenee e con il supporto di personale qualificato nell’insegnare a lavorare il legno che fungerà da facilitatore.
  10. PROGETTO AGRICOLTURA ISOLA DELLE ABILITA’: qualche anno fa l’Associazione ha partecipato e contribuito in collaborazione con il Centro Servizi e l’Asl alla formazione di educatori facilitatori per accompagnare e supportare i ragazzi affetti da autismo sul posto di lavoro. In virtù di tale progetto nel 2015 l’Associazione ha collaborato con la senatrice Leana Pignedoli per la presentazione di un disegno di legge che favorisca l’inserimento lavorativi dei soggetti affetti da autismo attraverso l’affiancamento di tutor aziendali.

Il disegno di legge è stato presentato in Senato a Roma il 30 marzo 2016 e la nostra Associazione ha partecipato come partner a sostegno del progetto che prevede un cambiamento della situazione difficile che i soggetti autistici stanno vivendo, a causa della scarsa opportunità di un futuro lavorativo, e la costruzione di percorsi specifici ad hoc e alla creazione di modelli diversi per offrire opportunità che soddisfino i bisogni di ciascuno nel rispetto delle diversità, L’obbiettivo è quello di creare delle “Isole di abilità” all’interno di aziende agricole o cooperative, si è pensato all’agricoltura perché è molto più semplice inserire in questo settore ragazzi con disabilità, con attività lavorative che permettono ritmi e tempi diversificati, supportati da una facilitatore che favorisca l’inserimento della persona nell’ambito lavorativo e lo agevoli ad affrontare le varie difficoltà. Le aziende che aderiranno a tale progetto saranno premiate con sgravi fiscali e contributivi e verranno inserire nell’Albo d’onore delle imprese.

 
Ultime Notizie
Basket Blue Day "un canestro per l'autismo" Blue Day 18/04/2018 al pala Bigi a Reggio Emilia la lega pro anche quest’anno sostiene il blue Day la giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo. La Grissin Bon -Reggio Emilia e Vanoli -Cremona. Emozionante vedere i nostri ragazzi scendere in campo con i giocatori della Serie A. Grazie di cuore a tutti. #autaut #autismo #basketblueday #solidarietà #amicizia #maipiusoli - View details...

Contributi 5x1000 SI COMUNICA CHE , AI SENSI DELLA LEGGE N. 124/2017, COMMA 125-129 DELL'ART. 1, COSIDETTA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA, L'ASSOCIAZIONE AUT AUT HA INTROITATO NELL'ESERCIZIO 2017 (ANNO FINANZIARIO 2015) A TITOLO DI CONTRIBUTO DEL 5X1000 TOTALI EURO 29.436,33- View details...

Download NFSP!

Sostieni Aut Aut Anche Giuseppe Giacobazzi sostiene i ragazzi autistici di Aut Aut Reggio Emilia, non ti costa nulla! Grazie per il tuo contributo! Dona il tuo 5x1000 e CF 01882740358 Aiuta Aut Aut con una donazione IBAN IT 81 C 02008 12832 000100197487 Scarica il pieghevole della nostra Associazione Nuovi progetti 2015/2018- View details...

Area Riservata