Rassegna Stampa
Previous Succ.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12

Telereggio "Stiamo tornando alle classi differenziali"

Attualità - domenica 07 febbraio 2010

"C''è la classe H, nel 90% degli istituti, io vado a parlare con i presidi e mi dicono che i ragazzi devono stare da soli, si stancano, ma non è reale". E' amaro, nel 2010, sentire parlare ancora di classi H, dove H sta per handicap. La denuncia, dura, parte dal presidente dell'associazione Aut Aut, che riunisce le famiglie dei ragazzi autistici.

Roberto Vassallo, padre di un adolescente che frequenta l'istituto Gobetti di Scandiano, questi problemi li vive tutti i giorni sulla propria pelle. E ogni giorno riceve segnalazioni da altri genitori, che condividono con lui le stesse difficoltà.  

La presenza di alunni diversamente abili nelle scuole reggiane, di ogni ordine e grado, è sempre piu' rilevante: oggi sono 1.873, 160 i portatori di autismo. Ma secondo Vassallo non ci sono forze a sufficienza per seguire questi ragazzi in un percorso che dovrebbe accompagnarli fino al diploma. Non ci sono progetti. E la riforma Gelmini ha peggiorato la situazione. "Con tutti questi tagli il mestro di sostegno non è più del ragazzo, ma diventa della classe". Le conseguenze sono inevitabili: i ragazzi diversamente abili vengono isolati e a volte portati a spasso. 'Per non parlare poi - continua Vassallo - del continuo ricambio degli insegnanti, che provengono da diverse parti d'Italia. Seguire un ragazzino autistico comporta una formazione specifica, e i docenti di sostegno restano troppo poco'.

Nell'Isola Felice di Casalgrande, la struttura creata ad hoc dall'associazione Aut Aut, sono già inziati percorsi di studio privati, sempre auto finanziati. Ma le famiglie si sentono sempre più sole, e chiedono aiuto. "Chiedo alle istituzioni di muoversi, i nostri figli non sono macchine da soldi per insegnati, cooperative o chi altro - conclude il presidente di Aut Aut - hanno biosgno di studiare, noi non li riteniamo persi, se c'è anche una piccola possibilità di farli studiare e dare loro una vita dignitosa, noi ci proviamo".

di GIULIA GUALTIERI
 
Ultime Notizie
Sostieni Aut Aut Anche Giuseppe Giacobazzi sostiene i ragazzi autistici di Aut Aut Reggio Emilia, non ti costa nulla! Grazie per il tuo contributo! - View details...

Giacobazzi Aprile 2017 Aut Aut Associazione Famiglie con Portatori di Autismo Onlus presenta Giuseppe Giacobazzi Domenica 2 Aprile ore 21.00 presso Palabigi via Guasco, 8 Reggio Emilia. Info e prenotazioni Prati Group spa via Prandi, 1 Bosco di Scandiano (RE) da lunedì a venerdì 8.30 12.30 - 14.30 18.30 tel. 0522.856991 Prati House srl via F.lli Cervi, 36 (RE) da lunedì a venerdì 8.30 - 12.30 / 14.30 - 18.30 tel. 0522 438380 PalaBigi a Reggio Emilia tutti i giorni vendita interna Signor Sarti Bar Sport in Rubiera sotto i portici (chiuso il lunedi) aperto tutti gli altri giorni dalle 6.00 - 20.00 - View details...

Download NFSP!

Direttore per un giorno Giuseppe Giacobazzi Bologna, 14 aprile  2015 - Dopo Martina Colombari, Alberto Tomba, Gianni Morandi, Cesare Cremonini e Bruno Barbieri, il prossimo direttore per un giorno de il Resto del Carlino sarà il comico e attore Giuseppe Giacobazzi il 6 maggio, nell’ambito delle iniziative che il nostro giornale ha varato per festeggiare il 130esimo compleanno (LO SPECIALE). In questa giornata, sarà affiancato da un paio di ‘vicedirettori per un giorno’. Uno verrà scelto dalla Banca di Bologna – partner dell'iniziativa –, l’altro dallo stesso Giacobazzi tra i nostri lettori. Per affiancarlo, basta scrivere una email all’indirizzo 130@ilrestodelcarlino.it entro il 28 aprile, indicando nell’oggetto ‘Direttore per un giorno-Giuseppe Giacobazzi’ e nel testo il nome, cognome e numero di telefono e soprattutto la motivazione che vi porta a partecipare. Giuseppe Giacobazzi ha scelto di devolvere all'associazione Aut Aut i 5.000 euro messi a disposizione da Banca di Bologna, partner dell'iniziativa.- View details...

Area Riservata